OIL WINES PRODUCERS TUSCANY SUVERETO CORNIA VALLEY


Si arriva dal mare, percorrendo l'Aurelia lungo la Costa degli Etruschi e deviando verso l'entroterra all'altezza di Piombino e Venturina. La sua cultura e le sue tradizioni sono tutte rurali, il paesaggio è già quello della collina toscana, con le tracce indelebili dell'ambiente di Maremma, dell'instabile e fascinoso equilibrio tra uomo e natura. Passi la porta che apre verso il mare e il suo medioevo è ancora tutto lì, cinto di mura rustiche e possenti, a pochi passi dalla città etrusca di Populonia, in Alta Maremma, la Toscana tra mare e collina. Le case del centro storico, oggetto di decenni di restauro, hanno assunto il color della pietra; una pietra viva come lo spirito della gente di Maremma, con la natura dentro, ma aperta e curiosa del nuovo.

Un clima dolcissimo, come le pendici che dalla valle del fiume Cornia salgono verso le colline metallifere. Dalle mura turrite e dalla rocca vedi e respiri il Tirreno, il Golfo di Follonica, l'Isola d'Elba, azzurra per la distanza. Alle sue spalle per strade o sentieri, si va verso Massa Marittima e Volterra. Il Cornia solca la pianura con velocità diverse a seconda della stagione, traccia anse e meandri, si stringe tra gli argini o si allarga sulle golene, asse di vita intorno al quale da sempre brulicano il lavoro dei campi, la caccia e la raccolta. I boschi di sughere, mescolate ai profumi della macchia mediterranea, conferiscono al paesaggio una impronta esclusiva: il sughero, qui, più dolcemente, suvero, dà il nome al paese. E' la quercia da suvero, che, con un leone andante, forma lo stemma comunale. Un tempo, si dice, il leone era rampante, a testimoniare l'importanza di questa antica comunità.



powered by .: Escogitando :. segnalato su: Etruscan Holidays

San Vincenzo